Oxalis vulcanicola Donn. Sm.




famiglia: Oxalidaceae
sinonimi: Oxalis spiralis subsp. vulcanicola
nomi comuni: ossalide vulcanica



ETIMOLOGIA: il nome generico proviene dall'unione dei due termini greci oxýs (acido) ed alós (sale) per il sapore acidulo e salato delle foglie e degli steli di queste piante. L'attributo specifico vulcanicola (dei vulcani) è stato dato per l'habitat originario della pianta, che proviene dalle zone montagnose centroamericane, a carattere prevalentemente vulcanico







l'ossalide vulcanica è una pianta erbacea perenne originaria del Centro America (Costa Rica e Panama), coltivata generalmente come annuale perchè sensibile al freddo, alta 25-45 centimetri, che può essere impiegata nei vasi o nelle bordure per riempire aree in primo piano e dare macchie di colore rosso. L'altezza definitiva è di 20-25 cm, mentre le piantine vanno distanziate di 25-30 cm. Le foglie sono trifogliate come nelle altre specie, con foglioline obcordate. Gradisce terreni fertili e ben drenati e posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate. La specie tipo ha foglie di colore verde chiaro (sfumate di rosso in estate) con steli rossastri, mentre vi sono varietà a diverse colorazioni del fogliame, tra cui 'Zinfandel' (nelle foto) e 'Burgundy' con foglie rosso-porpora scuro.



i fiori, portati in rade infiorescenze, hanno 5 petali color giallo intenso con venature purpuree alla base. La fioritura inizia a primavera inoltrata e prosegue da maggio a settembre



1 commento:

  1. Le oxalis chiudono le foglie di sera o si dice quando cambia il tempo o sta per venire un temporale ... la mia è un paio di mesi che ha le foglie chiuse e di temporali neanche l'ombra purtroppo ... cosa avrà? qualcuno sà qualcosa in più? antonio

    RispondiElimina